Ninetta Tarantino non c’è più

Ninetta Tarantino

Ninetta Tarantino

TROPEA – Ninetta Tarantino non è più tra noi. L’Oblata del Sacro Cuore ha concluso la sua vita terrena per raggiungere il suo adorato Padre don Francesco Mottola, il sacerdote santo che lei seguì sin da ragazza entrando a far parte della grande e bella famiglia delle Oblate. Ninetta è stata una colonna portante di tutte le attività portate avanti nelle Case della carità, con amore e dedizione nei confronti di tutti.

Sorridente, solare, disponibile con il prossimo, era sempre pronta da allargare le sue braccia e accogliere chiunque bussasse a quelle porte.

Per anni è stata lei a gestire la Casa in via Abate Sergio, e poi, quando le forze le sono venute meno, è stata amata e coccolata presso il Villaggio don Mottola dalle sue sorelle oblate.

La sua morte lascia un vuoto nella famiglia delle Oblate e degli Oblati, e in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerla e amarla.

A dare l’annuncio della sua dipartita, è stato il fratello maggiore don Francesco Sicari «”… e il tempo scorre veloce nel fiume della tua eternità Signore” ( Irma)…. Anche per la carissima Ninetta Tarantino è arrivato lo Sposo del Suo Amore! Con Lei si chiude un altro tassello della storia e della vita delle oblate e della casa madre! Tanta gratitudine sorge dal cuore! Accompagniamo la sua anima con la nostra preghiera!»

E Ninetta, era molto amata da grandi e bambini, era la prima delle ragazze che si sono affiancate ad Irma Scrugli, altra Serva di Dio e braccio destro di Padre Mottola.

Scrive in merito il sindaco Giovanni Macrì «Per tutti, proprio per tutti, grandi e bambini, era Ninetta, la compagna della prima ora della Serva di Dio Irma Scrugli. Col sorriso negli occhi dispensava conforto e sostegno e la sua parola buona leniva pene e preoccupazioni. Con Lei scompare un pezzo importante della grande Casa della Carità, riferimento prezioso per Tropea che mantiene vivo il messaggio di Padre Mottola. Con Lei si perde una pagina bella della storia cittadina fatta di accoglienza e condivisione ma rimane la Sua testimonianza: l’umiltà e la bontà che fanno strada al Signore. Grazie Ninetta di tutto l’amore che ci hai donato, il tuo profumo continuerà a parlare ai nostri cuori nel segno della Carità!»

A lei, anche i saluti di Ottavio Scrugli: «Cara Ninetta sei il nostro mondo, fanciullezza, adolescenza, maturità inscindibile con zia Irma. È arrivato il tuo sogno sempre vivo nella tua esistenza. A noi la speranza di rivedervi questa volta con Gesù e Maria». Anche don Pasquale Russo scrive: «Ninetta fu mia compagna nei miei primi anni di apostolato giovanile, e sempre rimase tra noi un legame infrangibile. Ora che naviga tra i cieli di Dio in compagnia di Francesco e Irma sento che la sua presenza è dentro la mia vita dove le lontananze svaniscono». Tanti e tanti altri gli attestati di amore per Ninetta perché lei, di amore ne ha seminato tanto in questa vita terrena. I funerali sono stati celebrati ieri, presso la Concattedrale, ai piedi della Madonna S.S. di Romania che lei ha sempre portato nel cuore.

Vittoria Saccà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *